Investimenti Immobiliari a Milano: previsti 13 miliardi di euro per il 2030

La crescita economica in Italia va sempre più a rilento tranne che a Milano. Il capoluogo lombardo è ormai l’unica certezza italiana e gli investimenti immobiliari a Milano attraggono sempre di più gli investitori esteri.

I dati parlano chiaro: nei prossimi dieci anni sono previsti circa 13 miliardi di investimenti immobiliari.

Milano è dunque l’unica garanzia in un’Italia sempre più stagnante dal punto di vista economico. Le motivazioni di questa crescita sono due: regole sicure e burocrazia veloce.

Il Rapporto 2019 di Scenari Immobiliari afferma che Milano è la capitale europea degli investimenti, dopo che a giugno ha battuto il record di compravendite immobiliari: circa 1,6 miliardi di euro, con una crescita del +39% rispetto ai primi mesi del 2018.

La maggior parte degli investimenti nel settore immobiliare a Milano arriva dall’estero, in particolare da Stati Uniti, Germania e Asia. Milano è diventata la capitale indiscussa del Real Estate. L’unica differenza tra il 2019 e il 2018 è che adesso gli investimenti non riguardano più solo immobili nel centro storico, ma sono indirizzati verso le aree suburbane e tutte quelle zone periferiche soggette a riqualificazione.

Milano verso il 2030, i futuri investimenti immobiliari

La nuova Milano e gli investimenti immobiliari del futuro

Oltre alle compravendite, entro il 2024 sono previsti anche 730 mila metri quadrati di nuovi edifici. Senza contare il mega evento delle Olimpiadi 2026 e il nuovo stadio di Inter e Milan, progetti che aumenteranno in modo esponenziale il giro d’affari.

La Milano del 2030 è in mano a poche grandi società immobiliari, tra cui Hines, che ha già annunciato investimenti a Milano per 3 miliardi di euro entro il 2023. Il Gruppo Prelios invece si sta occupando della riqualificazione della zona Sesto San Giovanni e ad aprile ha acquistato l’ex Ippodromo Trotto (circa 145mila metri quadrati). Il progetto prevede la costruzione di un complesso residenziale con 400 appartamenti da mettere a reddito.

Sempre Hines ha già dato il via al progetto del complesso studentesco da 1.200 posti letto vicino a Porta Ticinese, zona Bocconi. La società australiana Landlease invece è pronta a riqualificare l’area dell’ex Expo e ha intenzione di costruire, insieme alla società Risanamento, un nuovo business district nella zona di Santa Giulia. Progetto che porterà investimenti pari a 262 milioni di euro.

Entro la fine del 2021 saranno completati anche gli edifici Spark One e Spark Two, adiacenti all’attuale sede di Sky. L’investimento complessivo previsto è di circa 120 milioni di euro.

In zona Ripamonti, la società Convivio ha già firmato per il progetto Symbiosis, un altro business district che unisce tecnologia e sostenibilità. I futuri investimenti immobiliari andranno dunque di pari passo con l’ecosostenibilità e le nuove costruzioni dovranno essere a zero emissioni di C02.

La Milano del 2030 punta quindi verso 3 obiettivi: stabilire un tetto massimo per gli affitti, realizzare nuovi parchi e aree pedonali e aumentare la qualità della vita nelle zone periferiche, con varie opere di riqualificazione urbana.

Infine, c’è la società Coima, che ha acquistato nel 2018 il Pavillon e lo ha dato in affitto alla società IBM. Nel mese di ottobre invece ha acquistato le sedi di Microsoft e Philips per un totale di 158 milioni di euro. Entro il 2020 la società ha intenzione di vendere 11 filiali bancarie per 24 milioni di euro. Tutte queste società immobiliari sono attualmente in gara per ottenere la riqualificazione dello Scalo di Porta Romana che ospiterà le Olimpiadi nel 2026.

E gli investimenti non finiranno di certo con le Olimpiadi, perché dopo il mega evento sportivo gli edifici saranno trasformati in dormitori universitari.

La Milano del 2030 sarà dunque il fulcro degli investimenti immobiliari in Italia. Il capoluogo lombardo però dovrà impegnarsi per garantire lo stesso sviluppo urbanistico in tutte le zone urbane. Ci deve essere una crescita equa, anche nelle zone periferiche e meno abbienti, per evitare che solo una fetta della città goda dello sviluppo portato dagli investimenti immobiliari.

Confrontati con gli altri investitori

Se desideri ricevere una consulenza o vuoi restare aggiornato sulle nostre operazioni immobiliari puoi compilare il form sottostante e verrai inserito nella nostra esclusiva newsletter investitori, dedicata alle news sulle operazioni a più alto rendimento di mercato.

Accedi al gruppo Facebook “Investire in NPL: investimenti immobiliari e opportunità” per rimanere aggiornato su tutte le News riguardante il settore degli investimenti immobiliari & Npl’s. Nel Gruppo avrai la possibilità di confrontarti con altri investitori come te.

Scarica la nostra brochure informativa.

Ottieni maggiori informazioni e scopri la nostra operativita.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.