Gli errori più frequenti dell’Investitore Immobiliare

Gli investimenti immobiliari sono da sempre considerati tra i più redditizi in assoluto, non a caso l’Italia rientra tra i paesi con il numero più alto di proprietari di case.

Il 73% degli italiani infatti possiede almeno una casa di proprietà, un numero che è tra i più alti al mondo.

Considerando anche il fatto che molte persone possiedono più di un immobile, in seguito a delle eredità.

Da questo panorama emerge come gli investimenti immobiliari oggi siano percepiti tra i beni più sicuri sui quali investire parte della propria liquidità.

Questo però non vuol dire che la maggior parte delle persone in Italia siano esperte in investimenti immobiliari. Ecco dunque una lista degli errori più comuni commessi dagli investitori immobiliari.

Errori più frequenti dell'investitore immobiliare

 

1. Fare una valutazione sbagliata

Nel corso degli ultimi anni abbiamo avuto a che fare con centinaia di investitori immobiliari e tra gli errori più comuni abbiamo riscontrato quello di valutare erroneamente i costi/benefici dell’operazione.

Quando parliamo di immobili, dobbiamo tenere presente prima di ogni altra cosa che gli affari si fanno quando si compra, non quando si vende. Questo concetto è alla base di qualsiasi investimento ed è fondamentale per prendere le decisioni giuste.

Questo non vuol dire acquistare un immobile con il prezzo più basso in assoluto, ma considerare tutta una serie di fattori prima di procedere con l’investimento.

Tra gli aspetti da valutare c’è sicuramente la zona dell’immobile, che deve essere selezionata con cura, sempre in un’ottica di rivendita futura. Poi ovviamente c’è il prezzo, che non deve essere troppo alto e possibilmente inferiore alla media di mercato.

Non è sempre facile capire se l’immobile che si ha davanti vale davvero la cifra richiesta.

Per fare una corretta valutazione infatti, bisogna avere una conoscenza approfondita dei prezzi di zona e le caratteristiche degli immobili. Anche i tempi di rivendita troppo ottimistici possono portare a una valutazione errata, così come un business plan che non include gli imprevisti.

2. Voler concludere a tutti i costi l’affare

Innamorarsi dei propri affari non è mai un buon inizio, perché tutto ciò che ha delle implicazioni emotive impedisce di fare le giuste valutazioni e prendere la decisione migliore.

Molti investitori immobiliari, soprattutto i principianti, commettono l’errore di voler fare a tutti i costi l’investimento, perché spinti da motivazioni non legate a una logica d’affari. Ecco per quale motivo le gare in Asta spesso raggiungono dei prezzi esorbitanti, che superano di gran lunga il loro valore effettivo di mercato.

Quando si parla di investimenti immobiliari bisogna avere sempre pazienza e lucidità. Soprattutto bisogna imparare a distinguere le opinioni personali dall’esperienza professionale.

Quando si valuta un immobile bisogna sempre ragionare con una logica di affari, non come una persona che sta acquistando una casa per andarci e vivere. Quindi è bene lasciare da parte le considerazioni personali e le emozioni, non avere fretta di concludere l’affare perché questo potrebbe portare a fare scelte sbagliate.

In questi casi la parola d’ordine è solo una: ragionare. Prima di concludere qualsiasi affare bisogna sempre ragionare in modo obiettivo e imparziale sulle situazioni, i rischi e le possibilità. L’irragionevolezza è il nemico principale degli affari e per questo bisogna tenerla alla larga.

3. Non affidarsi a veri professionisti del settore

Molti investitori vogliono condurre i loro affari in autonomia, senza affidarsi a delle figure esperte e professionali in grado di guidarli e consigliare loro la strada migliore da prendere. Perché accade questo?

Molte persone preferiscono agire in questo modo perché vogliono risparmiare a tutti i costi. Pensano quindi che il fare tutto in autonomia possa portare a degli investimenti migliori in quanto aumentano gli utili delle operazioni.

In questi casi però, troppo spesso, vale la frase “Il risparmio non è mai guadagno”. Se si vuole risparmiare a tutti i costi e si sceglie di condurre in autonomia tutte le operazioni, bisogna sapere che c’è il rischio di prendere decisioni sbagliate e di incorrere in rallentamenti, anche significativi.

Affidarsi ad una squadra di esperti vuol dire prima di tutto diminuire il margine di errore e abbattere le tempistiche. Se si vuole ottenere il massimo dai propri investimenti bisogna creare un team di professionisti fidati ed esperti.

Più ci si rivolgerà a loro e più i rapporti si consolideranno, e questo, permetterà di ottenere un reale risparmio.

Infatti, più si farà affidamento alle stesse società e più si potranno avere agevolazioni sulle prestazioni ricorrenti dei partners di lavoro. In questo modo si potranno anche gestire più affari contemporaneamente, invece di concentrarsi solo su uno.

In ogni fase di qualsiasi investimento infatti, bisogna considerare sempre i vari aspetti economici, legali e tecnici, e ovviamente non si può essere esperti in tutti questi settori.

La nostra soluzione

Hub S.r.l. – Real Estate & Asset Management segue il cliente in tutte le fasi dell’operazione, fornendo un supporto a 360° per professionisti e/o investitori immobiliari.

Accedi al nostro gruppo Facebook “Investire in NPL: investimenti immobiliari e opportunità” per rimanere sempre aggiornato e confrontati con più di 2000 investitori immobiliari.

Scarica la nostra brochure informativa.

Ottieni maggiori informazioni.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.