Investire in Immobili a Milano: l’importanza di avere un team di esperti

gli esperti che servono per un investimento immobiliare

Prima di investire in immobili bisogna capire che la strada del successo non è quasi mai un percorso che si può fare da soli.

Anche gli investitori più esperti e scaltri non potranno mai vincere solo con le loro forze. Prima di portare a termine una qualsiasi operazione immobiliare, bisogna assicurarsi di poter contare su una squadra di professionisti esperti.

Questo vuol dire avere a disposizione una squadra di figure specializzate in diversi settori, che con la loro expertise sapranno guidare l’investitore verso le scelte giuste.

In particolare, ci sono 3 figure professionali davvero importanti per condurre investimenti immobiliari di successo riducendo al minimo i rischi. Esaminiamole nello specifico.

esperti per investimenti immobiliari

La figura del Consulente Immobiliare

Al primo posto c’è la figura più importante, ovvero quella del consulente immobiliare. Colui che verifica e studia la fattibilità economica dell’investimento, valutando i singoli aspetti che possono incidere sul rendimento. Il compito del consulente immobiliare è quello di stilare un piano economico preliminare, che comprende gli obiettivi da raggiungere in base al capitale da investire e al tempo che si è disposti ad impiegare.

Il consulente elabora anche un prospetto delle spese previste connesse all’acquisizione dell’immobile, all’eventuale ristrutturazione e arredo, comprese le spese notarili e le tasse. Una figura molto importante per il successo dell’investimento, che deve essere in grado di prevedere i ricavi in base all’andamento del mercato, alla zona di riferimento e alla tipologia di target (famiglie, coppie, studenti ecc.). In questo modo si eviteranno imprevisti e si avrà tutta la situazione economica sotto controllo.

Un investimento fallimentare spesso deriva da scelte superficiali e poco ponderate, dovute soprattutto alla scarsa conoscenza del mercato immobiliare e all’incapacità di portare avanti operazioni di questo tipo. Il consulente immobiliare segue l’operazione dall’inizio alla fine, a partire dalla ristrutturazione dell’immobile fino ad arrivare all’atto di vendita finale. La conoscenza e l’esperienza di questa figura sono fondamentali per evitare errori in fase d’investimento.

La figura del Geometra

Il Geometra invece è colui che verifica la fattibilità dell’investimento, ma dal punto di vista tecnico. La componente economica è molto importante nelle operazioni immobiliari, tuttavia non bisogna tralasciare l’aspetto tecnico.

Qualsiasi immobile, prima di essere venduto o immesso nel mercato immobiliare, deve essere perfettamente a norma, ma soprattutto funzionante.

Questo significa che tutti gli impianti devono essere perfetti e non presentare problemi, e che dopo l’acquisto non devono palesarsi spese improvvise di manutenzione. Il geometra si occupa di verificare la regolarità tecnica dell’immobile raccogliendo tutte le informazioni necessarie presso i relativi uffici di competenza (comune di riferimento e catasto).

Egli verifica inoltre lo stato degli impianti, controllando scrupolosamente che tutto sia a norma. Dopo aver effettuato queste verifiche, stila un eventuale elenco di riparazioni da effettuare prima di mettere in vendita l’immobile. In questo modo l’investitore avrà una panoramica generale sull’immobile, per capire se vale davvero la pena condurre l’affare o se è meglio passare al successivo.

Solo un professionista esperto è in grado di riconoscere alcune problematiche, come ad esempio un impianto non a norma o la presenza di muffa nascosta nelle mura. Per condurre un buon investimento immobiliare è molto importante dunque la collaborazione tra consulente immobiliare e geometra.

La figura del Consulente Legale

In ultimo, ma non per importanza, troviamo la figura del Consulente Legale, che verifica la fattibilità legale dell’investimento.

Le operazioni immobiliari infatti coinvolgono varie questioni legali sotto numerosi aspetti. Gli immobili sono tra i beni più tutelati in Italia dal punto di vista legale, soprattutto per quanto riguarda gli adempimenti da rispettare nei passaggi di proprietà e le trascrizioni.

Questo vuol dire che, prima di concludere un acquisto, è molto importante affidarsi a un consulente legale per accertarsi che ci siano tutti i presupposti per concludere l’operazione con regolarità. Si inizia dalle opportune verifiche sull’attuale proprietario dell’immobile, per appurare eventuali ipoteche o irregolarità che gravano sull’immobile. È importante anche verificare che i trasferimenti di proprietà siano avvenuti regolarmente.

La consulenza legale è molto importante prima dell’acquisto, ma anche dopo. Ci potrebbero essere infatti delle questioni giuridiche irrisolte che incidono sul diritto di proprietà, e questo potrebbe rendere difficoltosa la vendita dell’immobile. Inoltre, la conoscenza delle varie leggi sulle agevolazioni fiscali permette di risparmiare sulla ristrutturazione dell’immobile, e bravo consulente legale dovrebbe esserne a conoscenza.

La sinergia e la collaborazione continua di queste 3 figure professionali aumenta dunque la probabilità di condurre un investimento immobiliare di successo, evitando brutte sorprese durante il percorso.

Confrontati con gli altri investitori

Se desideri ricevere una consulenza o vuoi restare aggiornato sulle nostre operazioni immobiliari puoi compilare il form sottostante e verrai inserito nella nostra esclusiva newsletter investitori, dedicata alle news sulle operazioni a più alto rendimento di mercato.

Accedi al gruppo Facebook “Investire in NPL: investimenti immobiliari e opportunità” per rimanere aggiornato su tutte le News riguardante il settore degli investimenti immobiliari & Npl’s. Nel Gruppo avrai la possibilità di confrontarti con altri investitori come te.

Scarica la nostra brochure informativa.

Ottieni maggiori informazioni e scopri la nostra operativita.

[contact-form-7 id=”221″ title=”Senza titolo”]

Investimenti Immobiliari a Milano: le zone riqualificate sono le migliori dove investire

scegliere dove investire a milano

Milano sta vivendo negli ultimi anni un periodo di profonda trasformazione urbana, grazie soprattutto ai nuovi progetti di riqualificazione territoriale che vedono coinvolte diverse aree della città.
Nei prossimi anni sono previsti una serie di interventi che fanno parte di un enorme progetto di valorizzazione territoriale, ad oggi uno dei più importanti in Europa. L’obiettivo è quello di ridare un nuovo volto alla città, aumentare la sostenibilità ambientale e migliorare la viabilità, senza dimenticare le aree verdi e gli spazi pubblici.

I progetti di riqualificazione a Milano attireranno ancora più interesse da parte degli investitori, basti pensare che già nel primo semestre 2017 le quotazioni delle abitazioni sono aumentate dell’1,0% rispetto al secondo semestre 2016. Questa crescita ha coinvolto soprattutto le aree sottoposte a riqualificazione.

Riqualificare le aree dismesse e valorizzare quelle abitate sarà il primo passo per immaginare la Milano del 2030, aumentare gli investimenti immobiliari e guardare al futuro con la consapevolezza di una città migliore.

le migliori zone riqualificate dove investire

Riqualificazione a Milano: i progetti più importanti

Tra i progetti più importanti di riqualificazione ambientale a Milano troviamo lo scalo Farini e San Cristoforo. Lo Scalo Farini è un progetto dell’olandese Oma di Rem Koolhaas, che in passato si è già occupato della fondazione Prada insieme ad altri partner italiani.
Questo progetto prevede ben 1000 alloggi a prezzi convenzionati e il 65% dello scalo sarà completamente verde, con l’obiettivo di ampliare il percorso green che deve unire Stazione Centrale e Biblioteca degli alberi fino a Bovisa e Mind Expo.

Questo progetto prevede anche il “Bosco Lineare” che sarà installato tra i binari e diventerà il terzo parco urbano più grande della città. Non sono previsti grattacieli o edifici molto alti, ma verranno recuperati edifici storici, piazze e fontane. Vicino all’Accademia di Brera sorgerà la Città dei Bambini, il più grande parco giochi al coperto di Milano. San Cristoforo invece diventerà la nuova area balneabile della città.

Anche la zona di Porta Vittoria sarà riqualificata con le opere di bonifica e sarà dotata di un’area parco e un impianto sportivo verso l’ortomercato.

Senza dimenticare poi il restyling di Piazzale Loreto, che entro il 2030 si trasformerà radicalmente. Ci sono diversi progetti da considerare, tra cui quello di Hypnos e Lad, che immaginano una vasca al centro della piazza dove collocare un parco isolato dal traffico della città. Altri progetti invece vorrebbero il parco collegato alla città.

Tra le altre opere di riqualificazione c’è anche il famoso “Pirellino”, il palazzo degli uffici comunali in zona Porta Nuova. Questa zona sta vivendo negli ultimi anni moltissimi cambiamenti, ad esempio il trasferimento degli uffici di Bnp Paribas nel Palazzo Diamante. Proprio in questa zona c’è stato un altro importante cambiamento, ovvero il recupero della Torre Galfa, vuota dal 2001. L’edificio oggi ha una doppia destinazione, metà hotel e l’altra metà invece con destinazione residenziale. Si tratta di appartamenti di fascia alta che attirano molti clienti di buon livello.

Anche l’ex sede Inps è stata completamente riqualificata e ha visto il trasferimento di molte sedi aziendali in questa zona. Tutto questo sta avendo un forte impatto sul mercato delle locazioni, con un forte aumento della domanda da parte dei lavoratori fuori sede.

Milano è attualmente la capitale degli investimenti immobiliari in Italia e secondo le previsioni nei prossimi 15 anni il capoluogo lombardo accoglierà 8 mila nuovi residenti, che si concentreranno soprattutto nelle aree riqualificate, capire dove comprare casa a Milano in questo momento è un punto fondamentale per ogni investitore.

Confrontati con gli altri investitori

Se desideri ricevere una consulenza o vuoi restare aggiornato sulle nostre operazioni immobiliari puoi compilare il form sottostante e verrai inserito nella nostra esclusiva newsletter investitori, dedicata alle news sulle operazioni a più alto rendimento di mercato.

Accedi al gruppo Facebook “Investire in NPL: investimenti immobiliari e opportunità” per rimanere aggiornato su tutte le News riguardante il settore degli investimenti immobiliari & Npl’s. Nel Gruppo avrai la possibilità di confrontarti con altri investitori come te.

Scarica la nostra brochure informativa.

Ottieni maggiori informazioni e scopri la nostra operativita.

[contact-form-7 id=”221″ title=”Senza titolo”]

HUB SUMMIT 2020: REPORT E AGGIORNAMENTI DAL GRUPPO HUB SPA

Grande successo e presenza di nuovi operatori all’HUB Summit tenutosi all’interno della suggestiva cornice della sala delle colonne del Westin Palace Hotel lo scorso 30 gennaio a Milano. Un momento di condivisione che consente di essere sempre più vicini a chi crede in noi e l’occasione per aggiornare gli investitori su tutte le attività della società negli ultimi dodici mesi, rendendoli consapevoli delle attività del Gruppo e coinvolgendoli nel mondo HUB.

HUB Summit 2020 ha lo scopo di relazionare gli investitori e illustrare loro i risultati raggiunti nei dodici mesi appena conclusi. Sono intervenuti all’evento Matteo Manetti che ha aperto i lavori facendo una panoramica sul mercato immobiliare e i nuovi strumenti utilizzati dal Gruppo HUB, cogliendo l’occasione per ringraziare i nuovi investitori e risparmiatori presenti.

L’avvocato Ciro Rizzotto che con il suo intervento ha illustrato la rinnovata struttura composta da professionisti: avvocati, immobiliaristi ed esperti di marketing. Ha inoltre presentato le tre principali categorie in cui il gruppo HUB opera: saldo e stralcio/aste, libero mercato ed NPL soffermandosi e spiegando approfonditamente le caratteristiche principali delle stesse, vantaggi e svantaggi, problemi e opportunità.

L’avvocato Francesco Todisco che ha presentato un caso di acquisto con un credito NPL molto interessante per i risultati raggiunti stante le premesse. In fine Andrea Beretta che ha illustrato le più recenti case histories alcune delle quali ancora in corso, mettendo in particolare rilievo i risultati possibili in termini di ROE.

I casi di successo

Tra le operazioni presentate durante il summit

VIA VENIERO (COMPLETATA)

Un immobile commerciale D/8 (ex-asilo) di mq 240 acquistato tramite un’ accordo con la proprietà per € 620.000, da saldarsi in due rate, trasformato tramite un cambio di destinazione d’uso in n.4 bilocali di pregio, di varie metrature.

Capitale investito: 485.000 euro
Totale utili: 91.050 euro
Roe: 18.77%
Durata operazione: 8 mesi

VIA ZANOLI (IN CORSO)

Un cantiere in Via Zanoli 8, già in essere e avviato in cui sono in completazione n.10 unità abitative e n.3 posti auto. Di queste 9 unità sono già state vendute e oggetto di contratto preliminare.

Attualmente lo stato dei lavori in corso è al 65%.

VIA SANT’AGOSTINO (COMPLETATA)

Un credito Npl di secondo grado dal valore di € 48.000, garantito da un immobile periziato oltre 1.100.000€ per acquistato per € 39.000 (spese inc.)

Capitale investito: 39.000 euro
Totale utili: 8.960 euro
Roe: 22.97%
Durata operazione: 11 mesi

VIA MAZZINI (IN CORSO)

Un’ operazione di Saldo e stralcio con cambio di destinazione d’uso di un immobile sito in Via Mazzini, a pochi passi dal Duomo di Milano, stralciato per € 450.000. Attraverso il cambio di destinazione d’uso e alcuni lavori di ristrutturazione l’immobile verrà riposizionato ad un prezzo tra i 680.000 e i 720.000 euro.
Durata stimata: 8/10 mesi.
Roe stimato: tra il 12% e il 19%

 

Le grandi novità per il 2020

L’evento prosegue con la presentazione dei risultati relativi al triennio 2017/2018/2019 che mette in risalto lo sviluppo del Gruppo HUB e l’inizio della diversificazione grazie alla creazione di HUB SpA in sintesi:

  • Meno operazioni, ma più importanti
  • Nuovo Modello di Business HUB 2020
  • Hub Spa: nuova struttura societaria
  • Approfondimento sulla novità del 2020: HUB SpA

– Per una struttura adeguata alla crescita del gruppo
– Maggiori garanzie ai soci e investitori (diritti patrimoniali, revisori dei conti)
– Struttura societaria “snella”
– Per espandere nuove linee di business (diversificazione)

– Per avere maggiore leva bancaria e diventare un soggetto appetibile anche per clienti istituzionali

Novità che hanno evidenziato la crescita esponenziale e la decisione della nuova impresa del Gruppo HUB spa: la composizione societaria sarà al 51% HUB, 49% soci e partners.

Il summit ha poi visto tra gli oratori la presenza di Andrea Beretta, che ha illustrato le più recenti case histories, alcune delle quali ancora in corso, mettendo in particolare rilievo i risultati possibili in termini di ROE.

In conclusione e a chiusura del summit 2020,  l’Avvocato Francesco Todisco ha presentato un caso di acquisto di credito NPL molto interessante per i risultati raggiunti stante le premesse.

Scarica la nostra brochure informativa.

Ottieni maggiori informazioni e scopri la nostra operativita.

[contact-form-7 id=”221″ title=”Senza titolo”]